iLoveTrading

La Grecia prosegue verso la riduzione del suo debito

La Grecia ha detto di aver ricevuto abbastanza sostegno da poter arrivare a concludere la conversione del debito, che dovrebbe consentirgli di prendere il suo ultimo salvataggio. L'85,8% dei titolari greci del debito greco e il 69% dei debitori internazionali hanno concordato l'affare. Sono questi i numeri resi noti dal Ministero delle finanze greco. Per Atene era necessaria una quota del 75% per arrivare a far passare l'accordo, che prevede una perdita totale del 74%.

Eppure, solo il 69% degli obbligazionisti esteri hanno accettato l'accordo, con il paese che ha detto di aver prorogato il termine per questi obbligazionisti stranieri di iscriversi alla riduzione del debito fino al 23 marzo prossimo. Gli investitori sono ora in attesa di vedere se si costringeranno gli obbligazionisti a prendere parte all'accordo o se si applicheranno le clausole di azione collettiva.

Il ministro delle Finanze greco, Evangelos Venizelos, ha detto che a nome della Repubblica desidera esprimere il suo apprezzamento a tutti i creditori internazionali che hanno sostenuto lo storico ed ambizioso programma di riforma e di adeguamento e che hanno condiviso i sacrifici del popolo greco. La Grecia continuerà ad attuare le misure necessarie per realizzare gli aggiustamenti di bilancio e le riforme strutturali di cui ha bisogno, per tornare presto verso una crescita sostenibile.

L'Unione europea e il Fondo monetario internazionale hanno detto che se lo swap del debito non dovesse passare, allora per la Grecia non sarà possibile ottenere il suo ultimo piano di salvataggio, da 130 miliardi di euro.

Il commissario UE per gli affari economici e monetari, Olli Rehn, ha dichiarato all'inizio di questa settimana che non ci sarebbe stata alcuna offerta migliore e che l'accordo è di vitale per la stabilità finanziaria della zona euro. E' importante che tutti gli investitori riconoscano che l'Europa si è impegnata al massimo per questo scambio e per salvare la situazione, dunque ci si augura la piena e volontaria partecipazione.

Nessun commento ancora

Lascia un commento