iLoveTrading

In Inghilterra i mutui costano di meno, dunque il settore immobiliare può crescere

Le rate del mutuo, per i nuovi mutuatari di Gran Bretagna e Scozia, hanno raggiunto i loro livelli più convenienti da 14 anni a questa parte, con i pagamenti che, in alcune zone della Scozia e dell'Inghilterra settentrionale, si trovano a meno di un quinto di quanto pagato precedentemente. Le rate del mutuo per i nuovi mutuatari, in media, è sceso nel corso del quarto trimestre 2011.

Questo segna la percentuale di interesse più bassa dalla primavera del 1997. Lo studio ha evidenziato una chiara spaccatura tra nord e sud, con le aree meno accessibili che si trovano ovviamente a Londra e nel sud-est. Kensington e Chelsea, a Londra, sono i distretti di Londra dove si ottengono ancora oggi i prestiti a tassi decisamente meno convenienti.

Le aree scozzesi di East Ayrshire, West Dunbartonshire e North Ayrshire, sono risultati i primi tre distretti più convenienti del Regno Unito. In tutto il paese, che secondo gli esperti si trova ad affrontare una nuova fase di recessione, le rate del mutuo sono quasi dimezzate, soprattutto in rapporto al picco che era stato registrato nel 2007. Anche i prezzi delle case sono scesi, insieme ai tassi ipotecari.

Su base regionale, la Scozia ha le case più accessibili nel corso dell'ultimo trimestre del 2011, mentre tra le case meno accessibili vediamo quelle a Londra, ma ovviamente dipende dalle zone. Yorkshire e Humberside, oltre che l'Irlanda del Nord, sono le zone in cui i pagamenti dei mutui sono più abbordabili, mentre i pagamenti nel sud-est sono tipicamente più alti e arrivano a coprire, per ogni rata, circa 1/3 del reddito.

Gli istituti di credito offrono oggi  alcuni dei tassi di interesse più economici in assoluto, dato che la Banca d'Inghilterra ha deciso di mantenere il tasso di base ad uno storico 0,5% , il minimo da diversi anni. Tale tasso sarà mantenuto ancora per diverso tempo.

Nessun commento ancora

Lascia un commento