iLoveTrading

Geither: l’Europa sta facendo bene per uscire dalla crisi

Il segretario al Tesoro USA, Timothy Geithner, ha detto che diversi aspetti della ripresa economica finora realizzati sono stati incoraggianti, ma gli Stati Uniti devono ancora affrontare un periodo pericoloso e incerto, caratterizzato da prezzi del petrolio molto elevati e da una lotta continua contro l'Iran sul suo programma nucleare.

Geithner ha inoltre avuto un tono cautamente ottimisma sulla crisi del debito in Europa, dicendo che le prospettive di miglioramento per l'economia mondiale sono illuminate anche dall'Europa, che si trova in una fase di calma. Geithner ha inoltre esortato i politici del Continente ad aumentare i fondi a disposizione per salvare le economie in difficoltà.

Gli americani sentono gli effetti dei più elevati prezzi del gas, ha detto Geithner, non c'è purtroppo una soluzione rapida e semplice a questo problema, ma tutto rafforza la necessità di compiere ulteriori progressi per sviluppare nuove fonti di energia.

Le tensioni tra Iran e Occidente sul programma nucleare di Teheran, hanno spinto i prezzi del greggio dell'11% in su dallo scorso mese di novembre. Il mondo è impegnato in una lotta contro l'Iran, che sta aggiungendo pressione e fa rialzare i prezzi del petrolio.

Geithner ha inoltre osservato che i rischi per l'economia globale sono significativamente inferiori rispetto allo scorso anno, dicendo inoltre che le azioni fatte dalla BCE, che ha dato oltre 1 miliardo di euro a lungo termine alle banche della zona euro, si sono rivelate alla fine ottime per calmare i mercati. L'Europa rimane ancora nella necessità di avere un "firewall" più grande nel caso in cui la crisi dovesse aggravarsi. Effettivamente, gli europei stanno facendo progressi e gli effetti combinati delle azioni in Europa hanno sostanzialmente calmato le tensioni.

La situazione rimane dunque ancora in crisi e potrebbero esserci delle ricadute, ma sicuramente siamo in un momento migliore rispetto a quello vissuto un anno fa.

Nessun commento ancora

Lascia un commento