iLoveTrading

Crisi UE, la situazione in Irlanda

Ultimamente si è tornato a parlare di Grecia, soprattutto dopo che l'agenzia di rating Moody ne ha abbassato il rating sovrano, da Ca a C, il valore più basso in assoluto, sostenendo che il rischio di default resta ancora alto nonostante l'accordo di swap. Anche Standard & Poor ha intrapreso un'azione simile lo scorso 27 febbraio.

Volando in Irlanda, il Fondo Monetario Internazionale ha messo in dubbio se il paese potrebbe essere in grado di tornare con successo ai mercati internazionali del debito entro il prossimo anno. Dublino, che ha firmato per un aiuto di 85 miliardi di euro con Ue e Fmi, mira a tornare ai mercati del debito a lungo termine entro la fine dell'anno per poter tornare ancora più forte e crescere ancora.

Il FMI ha detto che l'Irlanda potrebbe ottenere un finanziamento modesto dal mercato anche da quest'anno, attraverso la vendita a breve termine di buoni del Tesoro.

Tuttavia ha ribadito che una richiesta di un ulteriore aiuto europeo per poter far sostenere la crescita irlandese e avere un pieno ritorno ai mercati obbligazionari per l'anno prossimo, potrebbe essere ancora aperta. Se il governo dovesse riuscire a soddisfare il suo fabbisogno di finanziamento anche per il prossimo anno, dipenderà non solo dall'andamento della politica del paese, ma anche dagli sviluppi nell'area dell'euro.

A causa di questa incertezza, il Fondo monetario internazionale sta incoraggiando le autorità europee ad adottare preventivamente delle misure atte a rafforzare le prospettive dell'Irlanda.

L'Irlanda è stata portata avanti dai leader europei come un chiaro esempio di come i piani del paese per combattere la crisi del debito della zona euro stiano lavorando bene, il FMI ha detto ancora una volta che l'attuazione delle politiche da parte di Dublino è rimasta molto forte.

Tuttavia, con le esportazioni in calo e il peso dei consumi sull'economia irlandese, le sfide sono superiori rispetto a quanto previsto all'inizio del programma.

Il FMI ha detto che l'Irlanda si trova ancora sulla strada giusta per ridurre il suo deficit di bilancio.

Nessun commento ancora

Lascia un commento