iLoveTrading

Cameron e le sue considerazioni in merito alla situazione europea

Dopo aver reclamato lo scorso giovedì che nessuno in Europa lo ascoltava, David Cameron ha dichiarato il gioco seguente che il summit dei leader europei ha portato parte di essi verso la sua visione del libero mercato di deregolamentazione e di liberalizzazione dei servizi.

Cameron ha ottenuto il sostegno di altri 11 capi di governo dell'Unione europea in una lettera in cui chiede una liberalizzazione per stimolare la crescita in Europa. I firmatari sono andati al di là degli abituali alleati del Regno Unito in merito alla questione, trea cui ci sono anche Italia e Spagna.

Il Regno Unito e l'aderenza a queste proposte non è stata esplicitamente sostenuta dai due grandi paesi UE, Germania e Francia, con il presidente francese Nicolas Sarkozy che ha dato poca attenzione alla posizione britannica. Germania e Francia potrebbero comodamente appoggiare gran parte delle richieste contenute nella lettera redatta del Regno Unito, secondo le parole di Sarkozy, che però ha aggiungeto che la tentazione di deregolamentazione dei britannici e degli svedesi è sempre molto forte.

Ricordiamo che Cameron aveva isolato la Gran Bretagna lo scorso mese di dicembre, quando ha posto il veto al passaggio del nuovo patto fiscale in ambito europeo, costringendo solo 25 paesi a firmare un trattato internazionale. Ora per Sarkozy una doccia fredda.

Il trattato potrebbe avere dunque ancora più difficoltà, anche se potrebbe ancora funzionare, ma dal momento che deve ancora ratificato ci vorrà tempo. Gli irlandesi hanno annunciato un referendum, mentre Hollande, socialista francese che punta a diventare presidente francese a maggio, minaccia di riaprirlo. Gli olandesi, alle prese con una improvvisa crisi di bilancio, sono sempre più infelici della camicia di forza che limita i deficit di bilancio al 3% del PIL, considerando anche che il loro deficit è del 4,5% .

Cameron si è anche scontrato con la Merkel. La zona euro, ha detto, dovrebbe ripensare la capacità di 500 miliardi di euro del fondo, entro la fine del mese. Cameron ha esortato il vertice ad impegnarsi al massimo per accrescere tale somma di denaro prima delle riunioni del Fondo Monetario Internazionale del mese prossimo.

Nessun commento ancora

Lascia un commento