iLoveTrading

Il trading online nasce intorno agli anni 90 negli Stati Uniti, dove alcune banche, grazie allo sviluppo sempre più veloce di internet, decisero di fornire ai loro clienti un metodo nuovo di operare sui mercati, andando a risparmiare anche le tariffe legate all’operatore.

Al giorno d’oggi, per colpa del continuo abbassamento dei tassi d’interesse di tutti i prodotti bancari (esempio clamoroso i BOT) e della dinamicità inarrestabile delle borse, tutti i sistemi bancari forniscono ai loro clienti un conto corrente legato ad un online banking con incluso servizio di trading online.

Lo sviluppo di società intermediarie e la distribuzione di piattaforme di trading sempre più differenziate ed evolute hanno permesso a tutti gli investitori interessati di effettuare operazioni su qualsiasi tipo di prodotto, dal trading su azioni singole a quello sugli indici, dal mercato delle valute a quello delle materie prime, offrendo così un offerta a 360 gradi capace di competere e a volte superare l’ online trading offerto dai più rinomati istituti bancari.

La possibilità di utilizzare internet ha reso più veloci le operazioni, permettendo la nascita di società volte alla speculazione a breve termine, introducendo così tecniche di scalping e di trading intraday, ovvero di tecniche di speculazione con operazioni dalla durata di ore o al massimo di un giorno. Questi meccanismi di trading hanno introdotto una vera e propria evoluzione del sistema finanziario destinato ai privati, con un numero sempre crescente di investitori.

Tali società intermediarie descritte precedentemente sono chiamate Broker, e sono loro stesse a sviluppare una piattaforma di trading in grado di attrarre un particolare genere di clientela, dal principiante senza alcuna esperienza al trader più esperto e capace, mettendo loro a disposizione più o meno strumenti di calcolo, fornendo assistenza e corsi dedicati; la maggior parte delle piattaforme offrono la possibilità di utilizzare un conto definito “DEMO” dove si utilizza denaro virtuale per prendere confidenza con il nuovo Broker e dove si possono sperimentare e studiare analisi di mercato senza dover necessariamente utilizzare denaro reale.

Individuare e scegliere un Broker al quale affidare i propri risparmi con l’evidente intenzione di generarne una rendita dev’essere un’operazione effettuata con cautela, senza fretta, prendendo in considerazione tutte le possibili varietà di piattaforme di trading presenti sul web, analizzando alcuni aspetti fondamentali come le licenze.

Ogni Broker per essere definito sicuro deve superare alcuni test effettuati da parte dell’organizzazione a tutela dei consumatori Europea, che conferisce a tali società di intermediazione licenze che ne garantiscono l’affidabilità; informatevi quindi che la società alla quale state per versare dei soldi abbia queste licenze, non perché i Broker che non ne sono in possesso rubino i vostri soldi, ma semplicemente per essere più tutelati.

Per scegliere il Broker che più rispecchia le vostre esigenze dovete valutare la velocità nelle operazioni, capire se l’aspetto grafico risulta intuitivo, e verificare la presenza di grafici e altri strumenti adatti o meno alle vostre esigenze di trader.

Un’ulteriore aspetto positivo del trading online è quello di utilizzare internet non solo per operare sui titoli, ma anche quello di sfruttare le fonti di informazione presenti sul web per prevenire gli andamenti del mercato, notizie macro e micro economiche, come aumenti di capitale o un nuovo clima di fiducia o sfiducia dato da particolari situazioni economico politiche in grado di modificare in modo sostanziale il trend dei mercati, sono tutte notizie a portata di click, che potranno fruttare anche cifre sostanziose se utilizzate nel modo più corretto.

Per tutti coloro che intendessero iniziare a fare trading online partendo da zero servono: un computer recente ( anche solo che supporti windows XP), una piattaforma di trading (scaricabile dal nostro sito), tante informazioni sul mondo della finanza, quindi corsi base e aggiornamento costante sui mercati finanziari di TUTTO il mondo. Non fatevi spaventare da coloro che affermano che il trading è un attività esclusivamente dedicata agli esperti, ognuno è libero di provare con quello che ha a disposizione e nel modo che vuole, perché trader si diventa e non si nasce; ovviamente servono solide radici per investire grandi capitali, ma per chi vuole cimentarsi sono a disposizione le versioni DEMO che sono simulazioni reali del mercato e che permettono di utilizzare denaro virtuale.

Il trading online è caratterizzato da una vasta gamma di prodotti sui quali è possibile destinare il proprio investimento; di seguito analizzeremo il Forex e altri prodotti come futures e opzioni.

Il Forex non è altro che la speculazione a breve termine sul valore delle valute, o per essere più precisi il valore dato dal cross delle due valute. Il mercato del Forex (Foreign Exchange) è quel particolare mercato che si occupa della compravendita di valute e che specula sul diverso andamento di ciascuna di esse; un’esempio pratico è quello di comprare euro nei confronti del dollaro, prevedendo che il valore della moneta unica aumenti e che produca una differenza tra il prezzo di acquisto ed il prezzo di vendita, generando così un guadagno.

Il mercato delle valute ha avuto in questi ultimi anni un trend di crescita molto elevato a causa della facilità di investire in tale prodotto e grazie alle alte rendite rese possibili dall’effetto leva, che rende possibile operare con 100, 200 o più, moltiplicando così il denaro destinato all’investimento; attualmente il Forex è il mercato con la più grande quantità di denaro scambiato al giorno, cifra che supera le decine di miliardi di dollari giornalieri.

Il trading su indici azionari, futures, derivati e prodotti simili è sempre legato ad un Broker, talvolta lo stesso che vi offre la piattaforma FOREX offre ai suoi clienti anche la possibilità di agire anche su questi altri prodotti, informatevi quindi sulle potenzialità del Broker al quale vi state rivolgendo, se vi offre un’ampia scelta di prodotti sui quali operare non avrete bisogno di affidarvi ad altre società per la gestione di altri prodotti di trading.

I Futures sono contratti a termine, resi standard per migliorare la facilità di farne trading in borsa. Tale contratto prevede che le parti si obblighino a scambiarsi al termine del contratto la differenze tra il valore del prodotto acquistato in futures di riferimento ed il valore del prodotto stesso il giorno della scadenza. Quasi tutti i broker permettono di effettuare contratti futures per la compravendita dei loro prodotti.

Il Derivato invece è un contratto od un titolo il quale prezzo è basato sul valore di mercato di altri beni (azioni, indici, valute..), l’opzione è quel particolare derivato che conferisce al titolare diritto ma non obbligo, di acquistare o vendere il titolo sul quale l'opzione stessa è scritta ad un determinato prezzo in una determinata data, anche tali prodotti sono negoziabili presso i Broker da noi segnalati.

Senza rischio non c'è opportunità, ma il rischio calcolato determina i migliori risultati!
Copyright ILoveTrading tutti i diritti riservati.