iLoveTrading

Psicologia e trading on line

Gli andamenti del trading on line sono spesso imprevedibili, e questo riesce a intimidire anche le persone più razionali.

Questo accade per esempio quando un titolo cresce in borsa fino ad aumentare il suo valore di oltre il 50%; questo sarebbe un momento razionale per vendere, ma questo lo fanno in pochi, poiché il pensiero comune è che il trading on line sia estremamente volatile e che quindi se il titolo è salito di un 50% potrebbe continuare nei prossimi giorni ad aumentare il suo valore.

In tale maniera l’investitore di trading on line corre il rischio di perdere non solamente il profitto che stava realizzando, ma potrebbe addirittura scendere in negativo, rendendo vane le aspettative del trader.

I consigli che si sentono dare sono quelli di lasciare crescere i guadagni e annullare le perdite, ma per situazione iniziale sfavorevole il piccole trader  ha molta paura delle perdite, e in questo modo non realizza i profitti che  dovrebbe realizzare nel trading.

Ogni persona che si accinge al trading e al trading on line dovrebbe analizzare il proprio profilo, i gradi di rischio che è in grado di affrontare e le perdite a cui è disposto ad andare in contro per non rimanere colpito dalla paura e compiere azioni sfavorevoli al proprio portafoglio.

Nel trading on line quando si decide di investire denaro vero si va in contro a giochi psicologici che è bene conoscere ed affrontare prima che questi creino danni nel portafoglio del trader.

Questo succede ad esempio fissando stop loss troppo bassi che non danno alla giornata di trading il tempo di svilupparsi in modo completo, oppure in maniera opposta si tende a chiudere un operazione di trading troppo presto, in questo modo i guadagni si assottigliano non permettendo di comprire le perdite.

In alcuni casi invece il trader si fa prendere dal pessimismo e dalla sfiducia in se stesso, andando a dubitare delle proprie capacità. Questo meccanismo porterà ad inseguire sempre nuovi sistemi di trading e mai al perfezionamento di quello che si usa, rischiando così di innescare un ciclo senza via di uscita positiva.

Un’ altro frequente errore è quello di riconoscere di aver sbagliato previsione: talvolta quando apriamo una posizione di trading siamo certi dell’andamento del mercato, che anche se non si sviluppa nel modo che abbiamo previsto non rinunciamo a tornare sui nostri passi, scoprendoci così ad ulteriori perdite.

La verità è che il trading e il trading on line sono mercati volatili dove è facile guadagnare ma bisogna mettere in conto anche le perdite, prevederle e riuscire a massimizzare i guadagni.